Home/Anime, Recensione/Somali e lo spirito della foresta

SOMALI E LO SPIRITO DELLA FORESTA

Somali foto 1
Somali foto 2

GENERE: Avventura, Fantasy

EPISODI: 12

TARGET: Seinen

DISPONIBILE: Crunchyroll

Somali e lo Spirito della Foresta (ソマリと森の神様 Somari to Mori no Kamisama) è un manga fantasy scritto e disegnato da Yako Gureishi. Viene pubblicato sulla rivista digitale Web Comic Zenyon dal 26 aprile 2015 ed è tuttora in corso.

Golem icona

Golem

Somali icona

Somali

La foresta è un luogo dove la vita nasce, cresce ed infine fa ritorno alla terra madre.

Siamo in una foresta ed è nella natura più vasta e incontaminata che la storia prende dolcemente inizio. Qui, lo spettatore immediatamente fa la conoscenza di una bambina piccolissima, che incatenata e abbandonata con grandi occhi gialli e capelli corvini, viene trovata da un Golem.

Il Golem è una creatura della foresta, che ha il compito di preservare e salvaguardare il corretto corso della vita, senza intervenire su esse. Un Golem osserva, regola e protegge tutto ciò che lo circonda senza provare nessun sentimento di nessuna tipologia perché il suo unico compito è quello di adempiere ai suoi doveri di guardiano della foresta.

Tuttavia, di fronte alla scena di una bambina denutrita e maltenuta, il Golem, nonostante non sappia nulla del genere umano ne tantomeno come accudire una creatura così piccola, decide di portarla con sè per adottarla e accudirla come una figura paterna a tutti gli effetti.

Nonostane i primi tempi insieme siano spensierati e pieni di vita, l’esistenza del Golem è quasi agli sgoccioli. Il tempo che resta a quest’ultimo infatti è di un anno e centododici giorni ed il tempo rimanente della sua vita, dal momento in cui conosce la piccola bimba che chiamerà Somali, sarà scandita da un’unica ed incessante missione: portarla in una tribù di esseri umani come lei, in modo che possano prendersene cura una volta che lui non ci sarà più.

I due iniziano quindi un lungo viaggio alla ricerca di nozioni e leggende sul popolo degli esseri umani, che in quel mondo abitato da sole creature magiche ed antropomorfe, non sono così comuni. La leggenda narra infatti che un tempo il mondo era diviso pacificamente tra esseri umani e gli Altraforma, e che nessuno sapeva dell’esistenza degli altri. Un giorno un viaggiatore umano, si imbattè nel villaggio degli Altraforma e dopo una prima e transitoria pace, le due specie finirono in conflitto e a farsi la guerra. I mutanti però, che erano troppo forti, vinsero facilmente lo scontro e da allora tutti i sopravvissuti umani devono nascondersi per scappare e vivere nell’ombra. Il Golem infatti, per celare la vera identità di Somali, le fa indossare sempre un cappuccio con delle finte corna, spacciandola per un cucciolo di Minotauro della foresta.

Inizia così un’avventura, in questo mondo magico dall’atmosfera meravigliosamente avvolgente, alla scoperta della verità sul popolo di Somali sempre accompagnata dalla presenza dolce e gentile del grande Golem, che mai prima d’ora impara a conoscere la natura dei sentimenti umani di cui aveva solo sentito parlare, riusciendo a scalfire quella sua potente corazza di pietra.

Il manga, scritto e disegnato da Yako Gureishi, viene serializzato dal 26 aprile 2015 sulla rivista digitale Web Comic Zenyon edita da Tokuma Shoten sotto l’etichetta Zenon Comics. I vari capitoli vengono raccolti in volumi tankōbon dal 20 novembre 2015. In Italia la serie viene pubblicata da Panini Comics sotto l’etichetta Planet Manga dal 23 gennaio 2020 a cadenza trimestrale. Attualmente i tankōbon sono cinque ed ancora in corso.

Sfogliando il manga, ho potuto notare molte discordanze a livello cronologico tra l’adattamento animato ed il volume cartaceo. Innanzitutto le vicende descritte nei primi capitoli (precisamente nel quinto e nel sesto) non rispecchiano ciò che accade nell’anime che invece tratterà di quest’ultime solo successivamente, verso la fine. Inoltre, come accade solitamente, diverse scene o dialoghi sono tagliati oppure inesistenti nell’anime. I disegni del manga a mio parere valgono moltissimo, motivo per cui magari consiglio la visione dell’anime dopo aver letto e dato una possibilità anche al manga.

Somali e lo spirito della foresta è una favola dolcissima. Un incontro tra due creature così diverse da cui traspare un’immensa dolcezza, gentilezza e innocenza. Ho adorato l’accoppiamento dei due personaggi protagonisti.

Un Golem così spaesato ed improvvisato padre che riesce con piccoli gesti e pian piano ad arrivare al cuore di Somali, ed una bimba così gioiosa e curiosa della vita da sembrare a fatica di riuscire a stare accanto a lui. Il modo di parlare dei due, insieme ai disegni fiabeschi e colori brillanti che accompagnano l’intera storia, ha reso la visione dell’anime decisamente piacevole. Ovviamente non aspettatevi combattimenti oppure nemici violenti, perché in questa fiaba, l’unico nemico tremendamente invincibile e perennemente presente è soltanto il Tempo. Il tempo che scorre e che impedisce ai due di restare insieme per sempre come si erano ripromessi.

Per molti aspetti, Somali e lo spirito della foresta mi ha ricordata Girl from the other side. Ancora una volta abbiamo una creatura paurosa/misteriosa che accompagna un’umana in un’avventura alla ricerca di qualcosa e ancora una volta, un’atmosfera dolce e gentile che fonda un legame profondo tra i due protagonisti.

Ecco qualche scena dell’anime per mostrarvi se può essere un genere adatto a voi e che potrebbe incuriosirvi 🙂

Copertine

Votazione finale

TRAMA 70%
ANIME 85%

Voto ⭐⭐⭐ / ⭐⭐⭐⭐⭐