Home/Anime, Recensione/Girls’ last tour

GIRLS’ LAST TOUR

Girls'last tour foto 1
Girls'last tour foto 2

GENERE: Avventura, Drammatico, Mistero

TARGET: Seinen

EPISODI: 12

DISPONIBILE SU: Streaming online

Anime sconosciuto? Beh direi PURTROPPO sì!. Non ho idea del perché questa piccola perla sia ancora così poco famosa, nonostante sia uscito nel 2017, ma davvero se avete del tempo da dedicare a 12 e dolcissimi episodi, vi consiglio di farlo!

Shōjo shūmatsu ryokō (少女終末旅行? lett. “Ultimo giro delle ragazze”), anche noto come Girls’ Last Tour, è un manga scritto e disegnato da Tsukumizu con un adattamento anime, prodotto da White Fox, annunciato ad ottobre 2017.

Chito icona

Chito

Yuri icona

Yūri

Però non importa che il mondo sia alla fine dei suoi giorni. Finchè ci siamo io e te, mi va bene così.

Chito e Yūri sono due dolcissime compagne di viaggio che vagano instancabilmente tra le rovine di un mondo che prima era il loro. La storia è ambientata in un futuro post apocalittico e distopico, in cui la civiltà umana è stata del tutto (o quasi) distrutta ed annientata in una guerra combattuta contro invasori alieni. La Terra è ora un pianeta abbandonato e destinato a diventare un cumulo di macerie, rovine e polveri fino a quando non scomparirà collassando.

In questa atmosfera totalmente desolata e profondamente triste, le due protagoniste a bordo del loro semicingolato tedesco ( un modello di Kettenkrad), viaggiano senza meta in lungo e in largo con il solo scopo di sopravvivere tentando di racimolare viveri di qua e di là. I giorni trascorrono inesorabilmente lenti e senza nuove conoscenze, se non qualche personaggio che interviene per una brevissima apparizione in qualche puntata, e che come loro sta tentando di sopravvivere come può. Sognando pasti sostanziosi e luoghi al calduccio in cui potersi riparare, le due piccole continuano a trascinare la loro esistenza, aggrappandosi ad una tenace speranza di vita che condividono assieme. Fintanto che rimarranno insieme infatti, anche un’esistenza triste e solitaria come la loro, non è così rilevante se sanno di poter contare l’una sull’altra.

In questa realtà cupa e silenziosa, i sentimenti e la profonda amicizia che lega la razionale Chito e l’esuberante Yuri, crea e dona loro qualcosa per cui sorridere e svegliarsi al mattino più cariche di quanto fossero la sera precedente.. qualcosa che le faccia sentire vive e che non impedisca loro di sognare ancora!

Il manga, scritto e disegnato da Tsukumizu, ha iniziato la serializzazione sul sito web Kurage Bunch di Shinchosha il 21 febbraio 2014. Il primo volume è stato pubblicato l’8 novembre 2014 e ad oggi si contano 6 tankōbon completi. I disegni, che sfogliando tra le scan ho potuto osservare, sono davvero carini anche se molto “a mo di bozza” se vogliamo. L’anime estremamente fedele al manga, si discosta da quest’ultimo solo nel episodio finale che si conclude diversamente da quanto accade nell’ultimo tankōbon. Ero molto curiosa di conoscere il finale del manga, e devo dire di averlo apprezzato ancora di più di quello della trasposizione animata! Quindi per chiunque lo guardasse, andate a sbirciare anche la fine del manga se vi va!

Dunque, Girls’last tour è un anime decisamente lento. Lento nel senso che, in tutte e 12 le puntate (se non per due personaggi che fanno qualche apparizione all’inizio) , le protagoniste saranno sempre e solo Chito e Yuri. Soltanto loro due ed il minuscolo cingolato sul quale viaggiano. Gli ambienti anche, spesso simili, sono altrettanto particolari ma spesso ripetitivi. Macerie e distruzione in ogni dove, se non per qualche apparizione di luoghi diversi. Anche i rumori, con sempre di sottofondo il loro immancabile Kettenkrad, sono pressoché identici.. Ciò nonostante, per i più temerari che sapranno andar avanti nonostante un pò di lentezza iniziale, verrà svelato un finale dolceamaro. Ciò che mi ha spinto a continuare l’anime, sono state le tenerissime scene tra le due bambine davvero dolcissime perchè intenerisce vedere come l’una si prenda cura premurosamente dell’altra…da come si nutrono a vicenda con scarti e barrette a come si pettinano e dormono vicine vicine per non patire il freddo gelido che c’è. Un amore di bambine! Ed è forse questo il punto forte dell’intera storia! Un legame talmente forte in grado di contrastare la solitudine che esiste ed incombe intorno a loro. Anche se a fine visione, può rimane un pò di tristezza nello spettatore che magari immaginava un epilogo differente, il finale a mio parere è azzeccato alla storia ed in line con ciò che davvero stava accadendo intorno alle due protagoniste.

Ps. Ho adorato alla follia la simpatica opening!

Accoglienza: “Il manga ha anche vinto il Seiun Award per il miglior fumetto nel 2019, mentre la serie animata ha vinto la categoria “Best Slice of Life” ai Crunchyroll Anime Awards 2018. Inoltre IGN Anime Club, ha descritto Girls’ Last Tour come uno dei migliori anime dark sulla visione futura del nostro mondo”.

Ecco qui qualche scena che spero vi piaccia, perchè io personalmente adoro il tratto chibi!

Copertine

Votazione finale

TRAMA 70%
ANIME 85%

Voto ⭐⭐⭐⭐/ ⭐⭐⭐⭐⭐