Home/Anime, Recensione/Burn the witch

BURN THE WITCH

GENERE: Fantasy

EPISODI: 3

TARGET: Shonen

DISPONIBILE SU: Streaming online

Nuova uscita dell’autunno 2020, Burn the Witch è l’adattamento animato del manga one-shot scritto e disegnato dal celebre Tite Kubo.

Noel

Nini

Cosa ci trovi di bello in un incantesimo che si spezza all’improvviso?

In una Londra futura, divisa in una parte detta Occulta ed una detta di Facciata, Noel Niihashi e Nini Spangle sono due ragazze che frequentano la Natural Dragon Management Agency e che si allenano per diventare delle professioniste nella caccia ai draghi. L’intera città occulta infatti, è popolata da enormi dragoni che devono essere necessariamente catturati per evitare che si riversino nell’altra parte di Londra dove possono recare danni agli abitanti (senza nessun potere o specialità) che la risiedono. Noel è una ragazza dal carattere abbastanza rigido e serio che pensa soltanto a come poter guadagnare più soldi con il lavoro di caccia ai draghi mentre Nini, nonostante più grande, è decisamente più esuberante ed istintiva di lei. Entrambe, lavorando a coppia, esercitano la professione di cacciatrici grazie anche all’aiuto di Balgo Parks, un ragazzo Dragonclad, chiamato così perché nato con la straordinaria capacità di attirare a sé qualsiasi drago nei paraggi e che quindi risulta più facilmente catturabile dalle due ragazze.

La storia segue le vicende delle due amiche nella pericolosa Londra Occulta, alla ricerca di draghi da relegare e regole da preservare! Gli umani che hanno contatti con questo di creatura magica sono infatti condannati, senz’altra possibilità, ad una morte certa.

Si tratta di una serie manga giapponese scritta e illustrata da Tite Kubo. Viene pubblicata per la prima volta su Weekly Shōnen Jump come serie one-shot nel luglio 2018. Precisamente, è un one-shot di 62 pagine.

Burn the witch è una serie che aveva del potenziale, ma che è stata mal sviluppata! Poteva davvero diventare un titolo interessante perché ha da offrire molti spunti che potevano essere meglio approfonditi. A partire dal primo episodio infatti non sono spiegati molti dettagli che in realtà sembrano davvero necessari per capire al meglio il filo conduttore della storia, che viene così in un primo momento soltanto ipotizzata dallo spettatore.

Andando avanti con la visione poi, la storia prende lentamente forma e quando sembra di essere riuscirti a capirci qualcosa, ecco che finisce… lasciando soltanto un’amara delusione e senso di incompiutezza. Devo ammettere che come anime mi ha molto incuriosito, sia perché i disegni sono davvero ben fatti e sia perché l’ambientazione occidentale di Londra, a mio parere, ha arricchito il tutto! Tuttavia, il mancato proseguimento della narrazione ha, troppo in fretta e troppo bruscamente, interrotto la magia che poteva realmente suscitare nello spettatore se fosse stato compiuto a dovere. Consiglio comunque a chiunque di vederlo, anche perché per soli tre episodi, non è sicuramente una perdita di tempo così grande!

Il mangaka Tite Kubo è lo stesso autore giapponese della serie manga Bleach, di enorme successo. Non a caso la storia di Burn the Witch si svolge nello stesso universo di Bleach!

Ecco qui qualche scena dell’anime! Concordate con me che i disegni sono davvero ben realizzati?

Votazione finale

TRAMA 60%
ANIME 75%

Voto ⭐⭐⭐/ ⭐⭐⭐⭐⭐